Chi Siamo

La Pro Loco Borgo Cerreto nasce nel 1973 con lo scopo di promuovere qualsiasi attività a favore di Borgo Cerreto, frazione del Comune di Cerreto di Spoleto.

Negli anni, la Pro Loco si è fatta portatrice di numerose eventi eno-gastronomici, culturali, sportivi ma anche manifestazioni religiose.

Il principale evento organizzato dalla Pro Loco è la "Sagra del Fungo in Valnerina". La prima edizione risale al 1985.

Il Direttivo della Pro Loco Borgo Cerreto è composto da 9 membri che vengono nominati ogni quattro anni dai soci dell'Associazione.


L'Associazione Pro Loco Borgo Cerreto, come recita testualmente il suo statuto " ... ha lo scopo di promuovere qualsiasi attività a favore di Borgo Cerreto, frazione del Comune di Cerreto di Spoleto. L'Associazione si propone di indire, promuovere, organizzare, patrocinare, coordinare e partecipare ad iniziative sociali, culturali, sportive, artistiche, ricreative, immobiliari, turistiche e comunque dirette ala realizzazione del proprio scopo sociale."

Questi sono stati i fini perseguiti in 43 anni di storia. Una storia iniziata nel lontano 1973 e che oggi prosegue grazie all'appoggio ed all'incoraggiamento degli attuali sostenitori e dei loro familiari.

E' abbastanza inconsueto che un'associazione privata viva così a lungo e sia ancora in grado di dare concretezza a quei principi che furono alla base della sua istituzione. Di certo la longevità della Pro Loco è da ricercare in quel denominatore comune che ci fa sentire parte di uno stesso progetto, di una stessa storia che si chiama Borgo, il nostro paese posto sulla verde terra umbra.

Borgo Cerreto è da sempre stata la più grande frazione del Comune di Cerreto di Spoleto. Esso è un antico castello sito alla confluenza del fiume Vigi con il fiume Nera.

Se nel tempo è progressivamente diminuita la popolazione locale è anche contemporaneamente aumentato il numero di coloro che ritornano nel luogo natale durante le ferie estive o nei week-end invernali e primaverili, riaprendo le vecchie case oggi ristrutturate e rese confortevoli dopo gli eventi sismici che le avevano gravemente danneggiate.

In questo contesto storico e sociale si è inserita dal 1973 la Pro Loco Borgo Cerreto, cominciando la propria attività: un'attività vissuta con spirito autonomo ma collaborativi e propositivo.

L' Associazione Pro Loco Borgo Cerreto e' iscritta nella sezione B del Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale.

L'attuale DIRETTIVO, nominato nel 2018, è composto da:

CECCOMANCINI ROCCO (PRESIDENTE)

PATRIZI MANUELA (VICE-PRESIDENTE)

MATTIOLI MASSIMO (SEGRETARIO)

PASSERI VALENTINA (TESORIERE)

CORTELLI ALESSIA (CONSIGLIERE/VICE-TESORIERE)

CAMPANA MAURIZIO (CONSIGLIERE)

ESPOSITO LUIGI (CONSIGLIERE)

NICOLAI ALESSIO (CONSIGLIERE)

GIOVANNINI DARIO (CONSIGLIERE)

ZABATTA GIOVANNI (CONSIGLIERE)

SPARVOLI SIMONETTA (CONSIGLIERE)

PELISCIO CHIARA (CONSIGLIERE)

PONTANI ROBERTO (CONSIGLIERE)


Nella sezione sottostante, potrai visitare tutti i nostri documenti ufficiali della Associazione che regolano i rapporti tra l'Associazione e il mondo esterno e i rapporti tra Soci. I regolamenti per il buon funzionamento della vita quotidiana e degli aspetti amministrativi sono garanti della tutela dei diritti dei Soci.

STATUTO

PRO LOCO BORGO CERRETO

Associazione Pro Loco Borgo Cerreto

Sede legale: Via Valnerinasnc – c/o struttura “La Foca” – 06041 fraz. Borgo Cerreto, Cerreto di Spoleto (PG).

L’associazione è affiliata Unione nazionale Pro Loco d’Italia UNPLI Umbria ed è iscritta al Registro Regionale dell'Associazione di Promozione Sociale.

Articolo 1: DENOMINAZIONE - SEDE

È costituita una associazione sotto la denominazione “PRO LOCO BORGO CERRETO”. L’Associazione Pro Loco Borgo Cerreto ha sede presso la struttura denominata “La Foca” di Borgo Cerreto, in Via Valnerina snc, nel Comune di Cerreto di Spoleto. L’associazione può modificare liberamente la suddetta sede, secondo le esigenze operative ed organizzative.

Articolo 2: FINALITÀ

La Pro Loco è un’associazione su base volontaria di natura privatistica senza scopo di lucro, ma con rilevanza pubblica e finalità di promozione sociale, di valorizzazione di realtà e di potenzialità naturalistiche, culturali, storiche ed enogastronomiche della frazione di Borgo Cerreto.

La Pro Loco aderisce all' U.N.P.L.I. (Unione Nazionale Pro Loco d'Italia) e al Comitato Regionale delle Pro Loco dell’Umbria, nel rispetto dello Statuto e delle normative U.N.P.L.I.

Articolo 3: COMPITI E OBIETTIVI

La Pro Loco riunisce in associazione tutte le persone fisiche (Soci) che intendono operare attivamente a favore di Borgo Cerreto.Per il conseguimento delle finalità di cui all’art. 2, autonomamente e/o in collaborazione con il Comune ed altre associazioni ed Enti pubblici e privati, può:

- indire, promuovere, organizzare, patrocinare, coordinare e partecipare ad iniziative sociali, culturali, sportive, artistiche, ricreative enogastronomiche (sagre), immobiliari, turistiche e comunque dirette alla realizzazione del proprio scopo;

- promuovere l’abbellimento di piazze e giardini, la realizzazione e la gestione di iniziative di turismo sociale, manifestazioni, gare e spettacoli, circoli, impianti e strutture;

- incoraggiare ed appoggiare il miglioramento dei servizi di pubblica utilità e dell’attrezzatura ricettiva;

I suoi Soci operano a favore della medesima con il concetto del volontariato secondo un ordinamento interno ispirato a principi di democrazia e di uguaglianza dei diritti di tutti gli associati con la previsione dell'elettività nelle cariche amministrative. Per la realizzazione del proprio scopo l’associazione potrà compiere tutte le operazioni mobiliari, immobiliari, finanziarie, commerciali, industriali e bancarie compresa la stipulazione di mutui.

Articolo 4: PATRIMONIO

Il patrimonio dell’associazione è costituito:

- da beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’Associazione;

- da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

- da eventuali erogazioni, donazioni e lasciti.

Il patrimonio deve essere amministrato osservando criteri prudenziali di rischio, in modo da conservarne il valore ed ottenere una redditività adeguata.

Le entrate dell’Associazione sono costituite:

- dalle quote sociali e dai contributi vari pubblici e privati

- dalle rendite del patrimonio;

- dagli utili, proventi, redditi ed ogni altro introito derivanti dallo svolgimento delle attività istituzionali;

- dalle oblazioni, i legati, le eredità, le donazioni ed ogni altro introito che non siano espressamente destinati ad incrementare il patrimonio;

- da i proventi delle cessioni di beni e servizi ai Soci e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento delle finalità istituzionali.

Articolo 5: ESERCIZI SOCIALI

L’esercizio finanziario decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Entro novanta giorni dalla fine di ogni esercizio verranno predisposti dal Consiglio Direttivo il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo esercizio.

Vige il divieto di distribuire anche, in modo indiretto, proventi, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge. Esso dovrà essere reinvestito a favore delle attività istituzionali e di quelle direttamente connesse previste dal presente Statuto.

Articolo 6: SOCI – DIRITTI E DOVERI

I soci della Pro Loco si distinguono in:

  • a) soci Ordinari;
  • b) soci Sostenitori;
  • c) soci Onorari.

Possono essere soci Ordinari tutti i cittadini della frazione di Borgo Cerreto e del Comune di Cerreto di Spoleto, nonché tutti i nati, gli abitanti, i residenti o domiciliati, e/o, comunque, simpatizzanti per la frazione o comunque interessati alle attività della Pro-Loco.

Possono essere soci Sostenitori coloro che, oltre alla quota ordinaria, erogano contribuzioni volontarie straordinarie.

Possono essere soci Onorari le persone che sono riconosciute tali dal Consiglio direttivo per meriti particolari acquisiti a favore o nella vita della Pro Loco; il riconoscimento è perpetuo, da diritto di assistere, senza diritto di voto, alle riunioni del Consiglio Direttivo e all’Assemblea dei Soci e comporta l’esonero dal pagamento della quota annuale.

Divengono soci le persone la cui domanda di ammissione verrà accettata dal Consiglio Direttivo e che verseranno, all’atto dell’ammissione, la quota di associazione che verrà annualmente stabilita dal Consiglio Direttivo.

Tutti i Soci, purché maggiorenni al momento dell’Assemblea e in regola con il pagamento della quota annuale, possono essere eletti alle cariche associative, hanno diritto di voto, anche per delega, nell’Assemblea, hanno diritto, ovvero sono tenuti, a prestare il lavoro preventivamente concordato, hanno diritto a recedere dall’appartenenza all’Associazione e sono tenuti a rispettare il presente Statuto ed a versare la quota associativa annuale.

Essi hanno, inoltre, diritto di voto per l’approvazione delle modifiche statutarie e dei regolamenti della Pro Loco, purché in regola con il versamento della quota annuale avvenuta almeno trenta giorni prima dalla data fissata per svolgimento dell’Assemblea.Essi hanno diritto per sé e per i propri familiari (coniuge, convivente e figli) di frequentare i locali e tutti gli impianti dell’associazione nel rispetto delle norme a tal fine emanate dal Consiglio Direttivo, ad ottenere tutte le facilitazioni che comportano la qualifica di socio di una Pro Loco U.N.P.L.I., in occasione delle attività promosse ed organizzare dalla Pro Loco stessa.La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni e per morosità o indegnità: la morosità verrà dichiarata dal Consiglio Direttivo; l’indegnità verrà sancita dall’Assemblea dei soci.Il socio che cessi di appartenere all’associazione non potrà vantare alcun diritto verso l’Associazione.

Non esistono soci di diritto o membri di diritto.

Articolo 9: ORGANI

Sono organi della Pro Loco:

  • a)L’Assemblea dei Soci;
  • b)Il Consiglio Direttivo;
  • c)Il Presidente;
  • d)Il Segretario;
  • e)Il Tesoriere;
  • f)Il Collegio dei Revisori dei Conti;

Tutte le cariche sono gratuite.

Articolo 10: L’ASSEMBLEA DEI SOCI

I soci sono convocati in assemblea dal Consiglio Direttivo almeno due volte l’anno (in prima convocazione entro il mese di marzo per l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo) mediante comunicazione scritta diretta a ciascun socio, oppure mediante affissione nella sede della Pro Locodell’avviso di convocazione contenente l’ordine del giorno, o tramite mezzi di comunicazione elettronica, almeno quindi giorni prima di quello fissato per l’udienza.

L’assemblea deve essere convocata anche quando ne viene fatta domanda da almeno un decimo dei soci a norma dell’art. 20 cod. civ. L’assemblea deve essere convocata in Italia, di regola in Borgo Cerreto, anche fuori dalla sede sociale.

L’Assemblea delibera sul bilancio consuntivo e preventivo, sugli indirizzi e direttive generali dell’associazione, sulle modifiche dell’atto costitutivo o statuto, e su tutto quant’altro ad essa demandato per legge o per statuto.Hanno diritto di intervenire all’Assemblea tutti i soci in regola nel pagamento della quota annuale di associazione.

L’Assemblea è valida, in prima convocazione, con la partecipazione di almeno la metà dei soci e delibera con voto favorevole della metà più uno dei voti espressi; è valida, in seconda convocazione, da indirsi qualunque sia il numero dei partecipanti e delibera con voto favorevole della metà più uno dei voti espressi.

L’Assemblea è da considerarsi straordinaria soltanto quando si riunisce per deliberare sulle modifiche dello Statuto sociale, sulla trasformazione o sullo scioglimento dell’associazione.

L’Assemblea straordinaria è valida sia in prima che in seconda convocazione, con il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti e la presenza di almeno i due terzi dei soci iscritti, salvo l’ipotesi di scioglimento nel qual caso è valida sia in prima sia in seconda convocazione, solo con il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti e la presenza di almeno i quattro quinti dei soci iscritti.

L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, in mancanza dal Vice Presidente; in mancanza di entrambi l’Assemblea nomina il proprio Presidente. Il Presidente dell’Assemblea nomina un segretario e, se lo ritiene il, due scrutatori. Spetta al Presidente dell’Assemblea constatare il diritto di intervento all’Assemblea. Dalle riunioni di assemblea si redige il verbale firmato dal Presidente e dal segretario ed eventualmente dagli scrutatori.

Articolo 11: TRASMISSIBILITÀ DELLA QUOTA

Le quote e i contributi associativi sono intrasmissibili e non rivalutabili ad eccezione dei trasferimenti a causa morte e non rivalutabilità della stessa.

Articolo 12: IL CONSIGLIO DIRETTIVO

L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da un minimo di 9 ad un massimo 15 membri eletti dai soci, a votazione segreta, per la durata di quattro anni. Tutti i soci, iscritti da trenta giorni, possono essere eletti; sono eletti coloro che hanno riportato il maggior numero dei voti, in caso di parità è eletto il più anziano di militanza; essi possono essere riconfermati. In caso di dimissioni o decesso di un membro del Consiglio Direttivo, il Consiglio Direttivo alla prima riunione provvede alla sua sostituzione nominando il primo dei non eletti nelle ultime due elezioni.

Il Consiglio Direttivo elegge fra i suoi membri il Presidente, il Vice Presidente, un Tesoriere ed un Segretario. Al Consiglio Direttivo spetta l’ordinaria e la straordinaria amministrazione, senza limitazioni. Esso, eventualmente, procede alla nomina di dipendenti ed impiegati e ne determina la retribuzione. Il Consiglio Direttivo predispone il bilancio preventivo ed il bilancio consuntivo, nonché il programma delle attività dell’Associazione che sottoporrà all’approvazione dell’Assemblea. Il Consiglio Direttivo può delegare al Presidente alcune sue funzioni.

Esso si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta da almeno tre dei sui membri e, comunque, almeno una volta all’anno per deliberare in ordine al consuntivo e al preventivo ed all’ammontare della quota sociale. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio Direttivo ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto di chi presiede.

I consiglieri che risultano, senza giustificazione motivata, assenti per tre sedute consecutive, possono essere dichiarati decaduti con deliberazione del Consiglio Direttivo il quale provvede alla surrogazione dei medesimi.

Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice Presidente, in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti.Dalle riunioni del Consiglio Direttivo verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale, che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

E’ prevista la presenza di un rappresentante del Comune di Cerreto di Spoleto, con funzioni di voto esclusivamente consultivo.

Articolo 13: IL PRESIDENTE

Il Presidente, ed in sua assenza il Vice Presidente, rappresenta legalmente l’Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, cura l’esecuzione dei deliberati dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo; nel caso di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio Direttivo, salvo rettifica da parte di questo alla prima riunione. Esso è scelto dal Consiglio Direttivo nella sua prima riunione con votazione a scrutinio segreto. Dura in carica lo stesso periodo di vigenza del Consiglio Direttivo e può essere riconfermato.

Tutti i pagamenti devono essere preventivamente autorizzati dal Presidente o da un terzo almeno dei membri del Consiglio Direttivo.

Articolo 14: IL SEGRETARIO E IL TESORIERE

Il Segretario è nominato dal Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente, da scegliersi fra i soci. Esso redige i verbali delle relative riunioni, cura la conservazione della documentazione riguardante la vita della Pro Loco, assicura l’esecuzione delle deliberazioni e provvede al normale funzionamento degli uffici. Egli è responsabile, insieme al Presidente, della tenuta idonea della documentazione dalla quale risulta la gestione economica e finanziaria della Pro Loco, nonché della regolare tenuta dei libri sociali.

Il Tesoriere è nominato dal Consiglio Direttivo, da scegliersi fra i soci. Egli annota i movimenti contabili della Pro loco. È possibile affidare i due incarichi ad un solo socio.

Articolo 15: IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Il Collegio dei Revisori dei conti è composta da tre membri effettivi e da due supplenti. I membri sono scelti fra i soci ed il Collegio è eletto dall’Assemblea dei Soci con scrutinio segreto.Saranno eletti i cinque soci che avranno ricevuto il maggior numero dei voti; i primi tre quali membri effettivi, gli altri come due supplenti. Il Collegio dura in carica quattro anni e tutti i membri sono rieleggibili. Esso ha il compito di esaminare periodicamente ed in qualsiasi momento, ma almeno una volta all'anno, la contabilità sociale e relazionare sulla verifica e sui bilanci. I Revisori dei Conti possono partecipare, senza diritto di voto, alle sedute del Consiglio Direttivo e, in caso di assenza, per qualsiasi motivo, nel Collegio, saranno sostituiti dai Soci che nelle ultime elezioni seguono immediatamente i membri eletti.

Articolo 16: SCIOGLIMENTO E CONTROVERSIE

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea, che provvederà alla nomina di uno o più liquidatori, che dovranno obbligatoriamente devolvere il patrimonio ad altra Associazione che operi a fini di utilità sociale.

Tutte le eventuali controversie tra soci e tra questi e l’Associazione o suoi organi saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre Probiviri da nominarsi dall’Assemblea; essi giudicheranno ex bono et equo senza formalità di procedura ed il loro lodo sarà inappellabile.

Articolo 17: RINVIO ALLA LEGGE

Il presente Statuto sostituisce i precedenti Statuti ed integra l’Atto Costitutivo dell’associazione Pro Loco Borgo Cerreto.

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto si fa peno riferimento alle norme vigenti in materia.

Il presente Statuto viene approvato all’unanimità dall’Assemblea dei Soci in data 23 febbraio 2015 ed entra in vigore dal giorno successivo alla sua approvazione.

Cerreto di Spoleto, il 23/02/2015.

Il Presidente Ceccomancini Rocco

Il segretario Zabatta Giovanni


CONSIGLI DEL DIRETTIVO 2018


  • 05 Gennaio 2018 - Bozza del Rendiconto 2017 e del Bilancio preventivo 2018.
  • 09 Marzo 2018 - Assegnazione cariche Consiglio Direttivo.
  • 16 Marzo 2018 - Programma eventi Estate 2018.


ASSEMBLEE DEI SOCI 2018


  • 18 gennaio 2018 - Approvazione Rendiconto 2017 ed Bilancio Preventivo 2018.
  • 01 Febbraio 2018 - Indizione elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo.
  • 25 Febbraio 2018 - Scrutinio delle schede per il rinnovo del Consiglio Direttivo.
  • 28 Marzo 2018 - Nomina Collegio dei Revisori.